Il Mat 2010 – Bianco frizzante dei colli trevigiani – Costadilà – Veneto

Il Mat 2010 – Bianco frizzante dei colli trevigiani – Costadilà – Veneto

14,00

5 disponibili

Il Mat di Ernesto Cattel è un prosecco rifermentato in bottiglia di uva Glera, totalmente in assenza di solforosa e di ben sette anni, unico nel suo genere.
Sconvolge il palato con le sue acidità e le sue bollicine delicate ed esuberanti, schietto e di immediata bevibilità.
Un vino dissetante che richiamata un’altro bicchiere.

TERROIR, LAVORO NEL VIGNETO E VENDEMMIA

Viti giovani di Glera allevate a Guyot mono laterale, su terreno sassoso, di origine morenica, poco profondo ed asciutto. Vigneto San Lorenzo, situato nell’area orientale dei colli Trevigiani, nel comune di Vittorio Veneto, tra i 350/450 mt di altitudine con esposizione sud, sud-ovest.
Il vigneto di tre ettari è lavorato in biologico, la vendemmia e la selezione di grappoli avviene manualmente.

GRADAZIONE: 11%
FORMATO: Bottiglia 0,75cl
T° SERVIZIO: 6/8°
VITIGNO: 100% Glera
Anno: 2010
Densità media dei ceppi per ettaro: 3000
Produzione media per ettaro: 100.0 hl

IN CANTINA VINIFICAZIONE

Pigiatura e diraspatura delle uve, con macerazione di 3 giorni sulle bucce, decantazione statica del mosto e fermentazione spontanea. Affinamento sulle fecce fini per 5
mesi in inox. Presa di spuma con aggiunta di mosto, non fermentato da torchiatura delle stesse uve lasciate in appassimento sino a Marzo. Affinamento in bottiglia per 5 anni.
SOLFOROSA TOTALE: 0.0mg/l
BOTTIGLIE PRODOTTE: 10000 c.ca

5 disponibili

COD: mat Categoria:

Descrizione

CARATTERISTICHE

Vino bianco frizzante, maturo e agrumoso, dalla grande beva e acidità.

ABBINAMENTI:

Ottimo come aperitivo, abbinato a primi piatti di pesce, matrimonio perfetto con le alici fritte.

COME E QUANDO APRIRE

Per apprezzarlo al meglio consigliamo di lasciarlo riposare dopo il trasporto. Gustarlo ben freddo e senza pregiudizi. La prima volta consigliamo di stapparlo e berlo come se lo si bevesse da sempre, non essendo il nostro palato abituato ai sapori veri, vi consigliamo di aspettare pochi secondi prima di giudicare il vino, lasciando che l’uva si riappropri delle nostre papille gustative, liberandoci dai sapori costruiti.
Il Produttore raccomanda tre modi diversi per servire il suoi vini, a seconda di quanto si gradisca o meno la presenza del “Fondo”.
1- Per chi preferisce la limpidezza, consigliamo di scaraffare lentamente il vino in un decanter, facendo in modo di lasciare il fondo nella bottiglia.
2- Per chi ama il vino frizzante fatto come una volta, torbido, consigliamo di agitare la bottiglia in modo che i lieviti tornino in sospensione.
3- Per chi vuole sentire la differenza, può servire la bottiglia così come è, i primi bicchieri saranno limpidi gli ultimi invece avranno i lieviti in sospensione.

PRODUTTORE:

Ernesto Cattel
“Le vigne, i nostri padri, le piantavano dove la natura gli consentiva di vivere e non piantavano le vigne, a prescindere pur di fare produzione. Lo dimostra il fatto che anche quest’anno la natura ha penalizzato coloro che non hanno rispettato le regole della natura stessa”
L’Azienda Agricola Costadilà si trova a Tarzo nella frazione di Coste di Lè nella zona storica del Prosecco.
Ernesto Cattel che fa parte del gruppo Triple A, esprime al massimo il concetto stesso, ovvero, Ernesto è naturalmente Agricoltore, Artigiano e Artista, dal 2006 ha dato vita al progetto di creare una cantina che sapesse abbinare le tradizionali tecniche agricole ed enologiche ai dettami dell’agricoltura biologica con l’obbiettivo di creare vini con il “sapore di una volta”.